News

Qualità delle acque destinate al consumo umano.

La comunità Europea ha emanato nel 1998 la direttiva 98-83-CE concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano comunemente nota come Drinking Water Directive o DWD.

L’obiettivo della DWD è quello di proteggere la salute dei consumatori europei ed assicurare che l’acqua sia sana e pulita.

Per garantire ciò la DWD ha fissato degli standard per la maggior parte delle sostanze comunemente riscontrabili nell’acqua potabile denominate “parametri”; nella DWD ben 48 parametri microbiologici e chimici devono essere monitorati e testati regolarmente.

L’avvicinarsi del 2013, data in cui sarà ulteriormente ridotto il limite ammesso di piombo (10 µg/l da 25 µg/l del 1998), ha dato un’accelerazione al decorso normativo che, partendo dalla Germania con la prossima revisione della DIN 50930-6 “Corrosion of metals - Corrosion of metallic materials under corrosion load by water inside of tubes, tanks and apparatus. Part 6: Influence of the composition of drinking water”, sarà presto operativo anche in Europa.

L’idea base è quella di prevedere una lista di materiali testati che possano essere messi a contatto con l’acqua potabile (Hygienic Copper Alloys List) gestita dall’Agenzia Federale dell’Ambiente (UBA) collegata alla normativa ma svincolata dalle revisioni della stessa per essere dinamicamente aggiornabile in funzione dei test condotti.

Dal giugno 2011 l’Hygienic Copper Alloys List è stata pubblicata sul sito tedesco dell’UBA riportando i materiali testati ed in corso di prova